Dopo più di un anno dall’ultima gara ufficiale, la Serie B dello Junior domenica è tornata in campo ed ha inaugurato il suo campionato con due vittorie (11-0 e 11-2) per manifesta contro l’Avigliana. In quello che si può definire un esordio sul velluto, la squadra di via Parigi ha confermato alcune delle potenzialità mostrate nelle amichevoli pre-campionato e ha lanciato chiari segnali riguardo a quello che ci si può aspettare da un gruppo così vario e nutrito. In ogni reparto, infatti, vi sono state note positive e se il monte di lancio e la difesa sono stati praticamente perfetti in gara-1 (conclusasi con zero valide concesse agli avversari) e quasi perfetti nella seconda partita, il box di battuta ha lavorato con costanza in entrambe le gare. Lo stesso Rozzi, alla sua prima apparizione ufficiale come manager della Serie B, si è dichiarato soddisfatto delle prestazioni dei suoi ragazzi, esaltando il lavoro corale del gruppo ma anche riconoscendo il merito dei singoli, come le ottime prove sul monte da parte di Corsaro, Casalini e Bertolini, oppure lo scoppiettante ritorno di Valenti, autore di un lunghissimo fuoricampo al primo turno di battuta.

Tra i vari protagonisti della giornata, però, è Matteo Scialpi che ha rappresentato la ciliegina sulla torta. Oltre ad un’encomiabile prestazione nel ruolo di interbase, l’interno classe 2000 è stato protagonista nel box di battuta e trascinatore della squadra con ben due doppi nella partita mattutina ed un doppio ed un singolo in quella successiva. Lo stesso Scialpi ha affermato di essere «contento di un esordio simile» e soprattutto di esserlo «per il lavoro generale fatto dalla squadra, squadra che ha dimostrato di essere competitiva e sempre all’erta, anche se forse in gara-2 l’attenzione è calata un po’, seppur senza gravi conseguenze». Alla domanda su cosa sia lecito aspettarsi da un gruppo simile, l’interbase infonde speranza: «Se l’approccio al gioco e l’affiatamento tra noi giocatori rimarranno gli stessi di domenica, i presupposti per fare un bel campionato ci sono tutti». Fiduciosi di queste parole, ora la testa va alla prossima giornata contro il Poviglio.